Il ministero dei Trasporti ha pubblicato l’aggiornamento del prezzo per stabilire i costi d’esercizio del trasporto stradale, che mostra ad aprile il valore più alto dell’anno.

Scatto in alto del prezzo gasolio per autotrasporto attesta.net

Secondo le rilevazioni del ministero per lo Sviluppo Economico, riprese da quello dei trasporti per fissare i costi d’esercizio indicativi dell’autotrasporto, ad aprile il prezzo medio alla pompa del gasolio è stato di 1446,49 euro per mille litri, il più alto di quest’anno. Infatti, a gennaio il gasolio ha esordito a 1443,27 euro per mille litri, per poi scendere a febbraio e marzo, quando ha toccato i 1423,58 euro per mille litri. La brusca risalita del prezzo industriale (per ora le accise restano invariate) segue quella del prezzo del petrolio, che subisce le tensioni politiche internazionali. È una tendenza che sta proseguendo anche all’inizio di maggio: infatti, il prezzo medio rilevato il 7 maggio 2018 è di 1470,26 euro per mille litri, con il petrolio che si aggira oggi intorno ai 71 dollari al barile per il Wti e ai 77 dollari per il Brent. Alcuni analisti prevedono che potrà raggiungere anche i cento dollari.

Restando alla nota del ministero dei Trasporti, che si basa sul valore di aprile, per l’autotrasporto il prezzo al litro va epurato dell’Iva e, per i veicoli che ne beneficiano, dello sconto sull’accisa. Quindi, i veicoli con massa complessiva fino a 7,5 tonnellate o con motore fino a Euro 2 (qualsiasi sia il loro peso) devono considerare un costo del gasolio di 1,185 euro al litro, mentre per quelli con massa superiore a 7,5 tonnellate e motore Euro 3 o superiore bisogna considerare un costo di 0,971 euro al litro.

(fonte trasportoeuropa.it)